Cultura

Techno Humanities

LR-Hope©Luca Guadagnini

di Alain Chivilò

TECHNO HUMANITIES è un progetto di ricerca multidisciplinare articolato in mostre, pubblicazioni e programmi di mediazione. Concepito dal direttore Bart van der Heide, è l’esperimento più esteso messo in atto fino ad oggi dal museo e coinvolge tutti i membri del personale e le comunità di interesse a livello locale. Come un basso continuo, penetra ogni angolo del museo e crea un’atmosfera creativa, che invita tutti i presenti al dialogo e al dibattito. TECHNO HUMANITIES affronta le questioni urgenti ed esistenziali dell’essere umano, all’interfaccia tra ecologia, tecnologia ed economia.

Il primo capitolo di TECHNO HUMANITIES, intitolato TECHNO, è stato presentato dal 9 settembre 2021 al 18 marzo 2022 e ha toccato i temi della libertà, dell’esaurimento e della compressione. Nell’ambito di questo progetto di ricerca, è stata concepita per la prima volta una mostra che rifletteva sul techno club come modello pratico di solidarietà e coesistenza di realtà diverse, esplorando il suo significato al di fuori del dominio subculturale. Il secondo capitolo, Kingdom of the Ill, svoltosi dal 30 settembre 2022 al 5 marzo 2023, ha affrontato i rapporti di forza attraverso cui oggi viene definito un corpo sano o malato. HOPE conclude ora la trilogia espositiva a partire dall’autunno 2023 con un riorientamento delle scienze umane verso spazi tra scienza e finzione. La mostra si concentra sulle pratiche artistiche, poetiche e speculative di raccolta, archiviazione, ricerca, conservazione e scrittura della storia da prospettive alternative, partendo dal concetto di Xeno (straniero).

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Bozza ripresa dall’articolo originale perso dopo un crash del sito avvenuto per cause esterne a fine 2023.