Lucian Freud Cento anni tra Londra e Madrid - Alain Chivilò | Eventi Culturali | Art Musa
Notizie

Lucian Freud Cento anni tra Londra e Madrid

di Alain Chivilò
© Alain Chivilò


“Più a lungo guardi un oggetto, più diventa astratto e, ironia della sorte, più reale”.
LF

Lucian Freud è stato l’ultimo artista figurativo del Novecento a dipingere attraverso un’anima introspettiva. Una pittura vitale, forte, espressiva, dettagliatamente o maledettamente (senso positivo del termine) accurata, sempre focalizzata nella sua capacità di osservazione e nell’abilità di carpire l’essenza del soggetto che gli si poneva innanzi in posa.
Studioso della storia dell’arte come anche da incisioni e disegni da lui prodotte lungo la sua carriera, ma anche partendo da artisti quali Rubens (1577-1640) e Velázquez (1599-1660), fece propri echi artistici elaborati in Germania, durante gli anni Venti, dal movimento culturale Nuova Oggettività (Neue Sachlichkeit). Con al centro l’uomo comune e la sua esistenza tra negatività e positività, negli anni Lucian Freud passò a un suo intendere pittorico aumentando l’espressività della materia pittorica, accentuando la spazialità e la dimensionalità dei suoi lavori, ingrandendo l’intensità energetica del soggetto dipinto.
Interni, nature morte, ma soprattutto ritratti e nudi hanno sempre la tendenza ad enfatizzare maggiormente un sentore di solitudine che, dalle opere, pervade nell’osservatore.
Ufficialmente nessuno è solo, ma alla fine tutti lo siamo, al di la di una visibilità che una donna o un uomo possano entrambi avere od aver acquisito rispetto ad un’altra/altro, sempre partendo da un interesse, alla base, dettato da terze parti.
Si evidenzia e traspare dunque un’aura, tendente al disfacimento, per una figurazione che asconde e disasconde personalità e vite divise tra essere ed essere state vissute. D’altronde lo stesso Freud affermava: “Se ti piace la pelle, dovresti trovare persone che ne hanno molta”.
Lucian Freud (8/12/1922 Berlino – 20/7/2011 Londra) nel 2022 compie cento anni.
Per questa celebrazione la National Gallery di Londra, in collaborazione con il museo Thyssen-Bornemisza di Madrid, organizza una delle più significative mostre dedicate all’artista Britannico.
Dai primi lavori quali per esempio Girl with Roses (British Council Collection) anni ’40, fino a Riflessione con due bambini (Autoritratto) (Museo Nacional Thyssen-Bornemisza, Madrid) anni ’60, arrivando alle sue opere di grandi dimensioni fino ai ritratti come per esempio Sua Maestà la Regina Elisabetta II (1999-2001 circa).
Come da titolo, “The Credit Suisse Exhibition – Lucian Freud: New Perspectives”, nuove prospettive per ritrovare in un certo senso noi stessi all’interno del suo mondo pittorico.
Due luoghi, Londra/Madrid, due musei National Gallery/Thyssen-Bornemisza, per un’artista unico che ha dipinto un mondo sociale sempre attuale ma perennemente inquieto.

The Credit Suisse Exhibition – Lucian Freud: New Perspectives
1 Ottobre 2022 – 22 Gennaio 2023
The National Gallery, Londra
Entrata a pagamento.

Museo Nacional Thyssen- Bornemisza, Madrid
4 Febbraio – 18 Giugno 2023

di Alain Chivilò