free page hit counter
Non categorizzato

Fine del ciclo a Casa del Mantegna

di Alain Chivilò

© Alain Chivilò


Fino alla conclusione e fino alla fine, il sottoscritto Alain Chivilò c’è sempre negli eventi culturali attraverso personale critica e curatela d’arte.
Martedì 15 febbraio 2022 ultimo giorno a Mantova, Casa del Mantegna, per la conclusione del periodo concessomi tra settembre 2021 e febbraio 2022. Un progetto culturale nato nel 2018 e concretizzatosi in questa fase pandemica sociale mondiale.
Le ultime due mostre personali a cura di Alain Chivilò hanno totalizzato 1.097 visitatori effettivi e certificati, in calo rispetto alle mostre precedenti ma dobbiamo considerare che l’inaugurazione è avvenuta in giorni di altri numeri nei casi positivi covid e ora ha terminato con un trend in diminuzione.
Questo luogo del Rinascimento Italiano dopo la programmazione di quest’anno entrerà in una fase di restauro che, molto probabilmente, cambierà definitivamente la vocazione a mostre d’arte dedicate ad artisti viventi, attraverso la figura di un critico e curatore d’arte. Diventerà, presumibilmente, un luogo che omaggerà Andrea Mantegna.
Senza alcun dubbio, non è stato facile organizzare e coordinare cinque eventi  in momenti cui stiamo vivendo, pertanto ringrazio sempre gli artisti che hanno creduto in me e nel progetto culturale proposto: Cinzia Bulone, Maurizio Monti, Helga Gendriesch, Ennio Bastiani e Giuseppe Marcotti.
Con l’occasione invio anche un saluto, auspicando nuove collaborazioni, agli artisti che hanno ritenuto di soprassedere, che avevano altri progetti  in programma non portati poi a compimento, che non hanno risposto, che pensavano non riuscissi a concludere gli eventi dato che sarei andato in ambiti sportivi, politici e giornalistici dai quali però non ho mai ottenuto sinergie, feedback, dialoghi e contatti diretti.
Pertanto, ora effettivamente entrerò e mi troverò nella crisi determinata dalla pandemia e da ulteriori situazioni burocratiche, amministrative, lobbistiche e politiche che renderanno difficile la progettazione di eventi culturali.
Ad ogni modo, invio un caloroso saluto e un grazie a tutti voi.

di Alain Chivilò